Hockey Sarzana | BREGANZE–CREDIT AGRICOLE: TRASFERTA COMPLICATA PER LA BANDA DELLO ZINGARO.
19818
post-template-default,single,single-post,postid-19818,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

BREGANZE–CREDIT AGRICOLE: TRASFERTA COMPLICATA PER LA BANDA DELLO ZINGARO.

BREGANZE–CREDIT AGRICOLE: TRASFERTA COMPLICATA PER LA BANDA DELLO ZINGARO.

Sabato sera partita non facile per i colori rossoneri al Pala Ferrarin di Breganze contro la squadra locale. Il Breganze sta disputando un inizio campionato sotto le aspettative che lo vede al momento ultimo in classifica con 0 punti al pari del Sandrigo.  “Non giudichiamo un libro dalla copertina – dice il Presidente Corona – il Breganze è una squadra con elementi esperti  e giovani molto interessanti, con in panchina un buon allenatore, ha giocato un ottimo precampionato , i zero punti in classifica non sono lo specchio del loro valore, noi dovremmo cercare di controllarli e finalizzare le occasioni che riusciremo a creare se vogliamo uscire dal Pala Ferrarin con una vittoria”.  La gara si presenta molto importante per la formazione di Alessandro Bertolucci, un vero esame di maturità, dopo la sconfitta contro il Lodi, in quanto con una vittoria Borsi e soci si riporterebbero prepotentemente nella parte alta della classifica. I rossoneri si presenteranno all’appuntamento ancora orfani di Osorio che si aggregherà al gruppo da lunedì. I rossoneri credono nel successo pieno e giocheranno la gara con la grinta che li ha contraddistinti nelle prime due gare  e vogliono mettersi alle spalle la brutta prestazione contro il Lodi.(nella foto di Vincenzo Biagini, il capitano  Davide Borsi, sua l’unica rete messa a segno contro il Lodi)


“Non eravamo fenomeni prima, non siamo brocchi adesso – dice il Presidente Maurizio Corona parlando della gara persa contro il Lodi – Basso profilo e al pezzo che dobbiamo raggiungere al più presto il nostro obiettivo. Abbiamo sei punti e dobbiamo continuare a lottare in pista su ogni pallina, quello che non abbiamo fatto nella partita contro il Lodi, perché contro il Lodi è mancata la cattiveria, e’ mancato il giocare da Sarzana. Poi il Presidente ritorna a parlare dei suoi ragazzi  Questo è un gruppo fantastico, non ci sono limiti quando ci sono il cuore e la testa. Per filosofia non faccio mai proclami, ragiono per traguardi ed obiettivi senza voli pindarici ma appoggiandomi alla consapevolezza di ciò che siamo ed al lavoro in pistaNon giudichiamo un libro dalla copertina – continua Corona parlando della partita di sabato – il Breganze è una squadra con elementi esperti e giovani molto interessanti, con in panchina un buon allenatore con esperienza internazionale, ha giocato un ottimo precampionato, i zero punti in classifica non sono lo specchio del loro valore, noi dovremmo cercare di controllarli e finalizzare le occasioni che riusciremo a creare se vogliamo uscire dal Pala Ferrarin con una vittoria. Noi, quindi, – conclude Corona –dobbiamo affrontarli con lo stesso spirito e la stessa intensità di come ci siamo posti di fronte alle formazioni più quotate”.  La gara si presenta molto importante per la formazione di Alessandro Bertolucci, un vero esame di maturità, dopo la sconfitta contro il Lodi, in quanto con una vittoria Borsi e soci si riporterebbero prepotentemente nella parte alta della classifica. I rossoneri si presenteranno all’appuntamento ancora orfani di Osorio che si aggregherà al gruppo da lunedì. I rossoneri credono nel successo pieno e giocheranno la gara con la grinta che li ha contraddistinti nelle prime due gare e vogliono mettersi alle spalle la brutta prestazione contro il Lodi. Ma andiamo a presentare la formazione vicentina Il Breganze è ancora un oggetto misterioso di questa serie A1. Rispetto alla squadra che occupava il quarto posto al momento dell’interruzione della scorsa stagione è cambiato tutto o quasi. Al posto dell’ispano-argentino Diego Mir, sulla panchina c’è il catalano Sergi Punset ex Bassano poco prima del lockdown che ha accettato una sfida non semplice: salvarsi con una squadra priva di stelle e con tanti giovani. Se ne sono andati giocatori del calibro di Samuel Amato, Eloi Mitjansm, Andrea Scuccato, Francisco Veludo e Gerard Teixido e anche il giovane talento Andrea Borgo. Una rivoluzione in casa rossonera per la nuova stagione, sposando l’idea di una squadra quasi completamente di talenti nati nel florido vivaio locale. Rimangono solo in tre della scorsa stagione, il secondo portiere Marco Zanfi (2001) ed i breganzesi Silvio Costenaro (1987) e Andrea Dalla Valle (2000). In difesa ritornano i difensori Stefano Dal Santo (1993) e Mattia Ghirardello (1992) dalle esperienze di Trissino e Montebello. L’unico straniero sarà il catalano Pol Gallifa, 1997 ex Voltregà. Tra i pali “prima” anche per il sandricense Andrea Bigarella (1994), anche all’esordio come titolare in A1. Ritorna anche Guido Sgaria (1999, ex Roller Bassano fratello del portiere Bruno al Valdagno), e vengono promossi in prima squadra Pietro Battaglin (2002) e Pietro Agostini (2003), già esordienti nella scorsa stagione. L’obiettivo è salvarsi e creare delle basi per un nuovo corso duraturo tra le colline vicentine. Ipotetico quintetto iniziale: Andrea Bigarella, Stefano Dal Santo, Mattia Ghirardello, Silvio Costenaro, Pol Gallifa. I precedenti tra  Lanaro Breganze e Credit Agricole Hockey Sarzana sono ventidue e riguardano le undici stagioni in serie A1, con quattordici vittorie da parte dei rossoneri breganzesi, cinque vittorie per i sarzanesi e tre pareggi. E poi c’è il precedente più importante e prestigioso, la finale di Coppa Italia 2019 con la vittoria dei Veneti con il punteggio di 3 a 2. Il bilancio a Breganze: 7 vittorie, 3 pareggi, 1 vittoria del Sarzana. Con Alessandro Bertolucci in panchina il Sarzana in regular season non ha mai perso a Breganze. Il Sarzana dopo il ko interno con l’Amatori Lodi interrompe le vittorie consecutive ed esce dal PalaTerzi sconfitto dopo otto mesi, l’ultima sconfitta risaliva al 19 febbraio scorso, Sarzana-Breganze 0-6. Francisco Ipinazar unico giocatore rossonero sempre a segno, era dal dicembre 2019 che non realizzava in tre gare consecutive. Nella gara di Breganze i rossoneri dovranno disputare una partita perfetta, magari ripetendo le prestazioni delle due prime gare di campionato per mettere freno alla voglia della squadra del Presidente Volpe di trovare i primi punti della stagione. Il match si giocherà Sabato 31 ottobre 2020 – ore 20:45 – PalaFerrarin di Breganze (VI)  Arbitri: Simone Brambilla di Agrate Brianza (MB) e Paolo Moresco di Marostica (VI) DIRETTA FISRTV http://bit.ly/hpserieA1-brexsar – Commento di Fausto Pozzan

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.