Hockey Sarzana | SARZANA CALA L’ASSO: ARRIVA ALVARO OSORIO, IL “PUNTERO” DELLA NAZIONALE CILENA.
19591
post-template-default,single,single-post,postid-19591,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

SARZANA CALA L’ASSO: ARRIVA ALVARO OSORIO, IL “PUNTERO” DELLA NAZIONALE CILENA.

SARZANA CALA L’ASSO: ARRIVA ALVARO OSORIO, IL “PUNTERO” DELLA NAZIONALE CILENA.

Credit Agricole cercava una punta di ruolo e, tra tutti i profili seguiti da mister Alessandro Bertolucci, ecco uscire dal cilindro della società rossonera il nome di Alvaro Osorio un’autentica promessa dell’hockey cileno. Un diamante grezzo che mister Bertolucci dovrà forgiare. Numeri d’alta classe per questo ragazzo classe 1997 già messi in mostra negli Word Roller Games di Barcellona della scorsa estate quando, nonostante la sue giovane età, è stato protagonista con la nazionale senior cilena. Giocatore seguito dalla formazione spagnola del Reus ed allenato in nazionale dal catalano Josep Barbera che vede nel ragazzo un vero talento.  E’ il primo cileno della storia della società rossonera. Credo che il giorno in cui ho firmato il contratto che mi legava al Sarzana sia stato uno dei giorni più belli della mia vita – dice Alvaro Osorio  Non me l’aspettavo, ho sempre desiderato un’opportunità come questa, da quando ero un bambino che seguiva tantissimo il campionato italiano e sempre con la speranza di poter un giorno giocare in questa lega e in questo paese. Il sogno di una vita intera e la possibilità di indossare la maglia di un grande club come il Sarzana. (nella foto Alvaro Osorio con la maglia della nazionale cilena).


Credit Agricole cercava una punta di ruolo e, tra tutti i profili seguiti da mister Alessandro Bertolucci, ecco uscire dal cilindro della società rossonera il nome di Alvaro Osorio un’autentica promessa dell’hockey cileno. Un diamante grezzo che mister Bertolucci dovrà forgiare. Numeri d’alta classe per questo ragazzo classe 1997 già messi in mostra negli Word Roller Games di Barcellona della scorsa estate,  quando,  nonostante la sue giovane, età è stato protagonista con la nazionale senior cilena. Giocatore seguito dalla formazione spagnola del Reus ed allenato in nazionale dal catalano Josep Barbera che vede nel ragazzo un vero talento. Mister Bertolucci è entusiasta del suo arrivo e racconta così Alvaro Osorio: “Sono rimasto impressionato dalle doti di questo ragazzo, avevo bisogno di una punta di ruolo e, dopo aver visionato alcuni giocatori insieme al presidente , nessuno faceva al caso nostro; quindi  mi sono confrontato  con Toni Sanchez, Dg del Reus per un giocatore informandolo che ero alla ricerca “un interior”, come dicono in Spagna, ed egli mi ha proposto il nome di Osorio, che lo aveva visto  con la nazionale cilena  a Reus in preparazione per gli Word Games di Barcellona 2019 ed era rimasto colpito, tanto che anche lo stesso Reus gli aveva messo gli occhi addosso. Dopo un paio di giorni mi ha mandato alcuni video del ragazzo e sono rimasto folgorato da come si muoveva in pista. Ho girato, quindi, questi video al presidente per chiedergli di guardarli attentamente;  da lì abbiamo visionato anche filmati e alcune partite  del Cile al mondiale di Barcellona e riusciamo a vedere che il ragazzo  avrebbe potuto fare al caso nostro ,sia a livello tecnico che agonistico. Dopo un’ultima chiamata al mister catalano Josep Barbera’ (Ct del Cile) per le ultime delucidazioni sul carattere del ragazzo l’ho chiamato e Alvaro si è dimostrato da subito interessato a vestire la maglia rossonera. Sono certo – conclude mister Bertolucci – che Alvaro sarà una scommessa vincente.  E’ stato amore a prima vista un vero colpo di fulmine –fa eco il Presidente Maurizio Corona – siamo rimasti impressionati da questo ragazzo, piacerà al nostro pubblico, ne sono certo”. ”Ha tantissima qualità oltretutto è un ragazzo d’oro, lo conosco molto bene – queste la parole di Pablo Jara, cileno ma oramai emiliano d’adozione, allenatore insieme a Mirko Bertolucci del Correggio Hockey – perfetto per un ambiente come Sarzana dove troverà un allenatore come Alessandro Bertolucci che lo farà crescere ancora, veramente un ottimo acquisto”.  Un colpo ad effetto  ma fortemente  voluto per  Credit Agricole che porta a Sarzana il primo cileno della storia. Ma veniamo al dettaglio Alvaro Osorio è nato nel 1997 e, nonostante la sua giovanissima età, presenta un curriculum hockeystico internazionale degno di nota. Beh, gioco a hockey fin dalla più tenera età, ho iniziato a due anni – dice Osorio – quindi ho passato tutta l’infanzia sui pattini. Nella mia famiglia, siamo 4 fratelli e 4 cugini e siamo tutti hockeisti, per tutti noi l’ hockey è una tradizione di famiglia. Ho iniziato nel club della mia città Peñaflor Thomas Bata, ho fatto molte esperienze anche in altri club dove sono cresciuto molto, sono poi tornato nella società dove ho iniziato in modo da poter riunirmi ai  miei due fratelli maggiori (Alex e Bastian) ed ho iniziato a giocare nella categoria senior.  Abbiamo vinto molto, il successo più recente è stata la lega nazionale cilena. Con la nazionale ho avuto la fortuna di giocare la Coppa del Mondo U20 a Vilanova y la Geltru nel 2015, una Coppa Panamericana e successivamente la Coppa del mondo a Barcellona dell’anno 2019 con la nazionale senior. Dopo il mondiale, ho fatto la mia prima esperienza Europea, giocando mezza stagione in Spagna con il Tordera, dove ho ricordi molto belli e dove ho imparato molto.

I tuoi hobby e i tuoi interessi ?In Cile, sto studiando per diventare un fisioterapista, nel tempo libero  vado  in palestra e mi diletto nei videogiochi.

Sei felice di giocare a Sarzana ?  “Credo che il giorno in cui ho firmato il contratto che mi legava al Sarzana sia stato uno dei giorni più belli della mia vita. Non me l’aspettavo, ho sempre desiderato un’opportunità come questa, da quando ero un bambino che seguiva tantissimo il campionato italiano e sempre con la speranza di poter un giorno giocare in questa lega e in questo paese.”

Cosa ti ha spinto a venire a giocare in Italia?il sogno di una vita intera e la possibilità di indossare la maglia di un grande club come il Sarzana”.

Hai visto Sarzana giocare la scorsa stagione?Certo sono anni che seguo Sarzana, è un club che lavora molto bene, sempre con ottimi giocatori, che sono stati e che sono ancora lì, Borsi, Rampulla, Corona, Ipiñazar, Fantozzi e Rossi che seguo particolarmente per la posizione che ricopre in pista e poi  l’allenatore, mister Bertolucci che è un mito dell’ hockey mondiale. E ovviamente li conosco per il sistema di gioco che hanno, che è uno dei migliori in tutta Italia e persino in Europa”

Cosa vuoi dire ai tifosi del Sarzana?Sono molto felice e orgoglioso di poter indossare questa maglia per la quale darò il 1000% in ogni partita per portare il nome di Sarzana il più alto possibile e contribuire a far crescere ancora questo grande club. Voglio guardare al prossimo campionato con grande ambizione, sono certo che faremo una grande stagione.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.