Hockey Sarzana | CARISPEZIA CONTRO VALDAGNO E’ LA SFIDA DEI BOMBER.
18344
post-template-default,single,single-post,postid-18344,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

CARISPEZIA CONTRO VALDAGNO E’ LA SFIDA DEI BOMBER.

CARISPEZIA CONTRO VALDAGNO E’ LA SFIDA DEI BOMBER.

Inizia la “Caccia ai play-off” per i colori rossoneri che sabato al Vecchio Mercato sfidano l’ Admiral Valdagno. “Sabato incontreremo una squadra di Campioni ma in pista nessuna sudditanza reverenziale. I nostri tifosi stiano sicuri che quando incontreremo le prime della classe che verranno a farci visita al Vecchio Mercato non vedranno la loro  squadra  fare la parte dell’agnello sacrificale. Noi giocheremo le nostre partite a viso aperto come  abbiamo fatto  contro tutte le squadre affrontate sino ad ora”. dichiara il presidente Corona.  E’ la sfida tra i bomber materani Massimo Tataranni del Valdagno, primo della classifica marcatori con 32, reti e l’attaccante rossonero Sergio Festa che lo segue con 30 reti segnate. La formazione rossonera è ancora imbattuta tra le mura amiche in Campionato: nelle ultime due gare al Vecchio Mercato ha dimostrato tutta la sua forza battendo prima lo Scandiano e poi il Bassano con un perentorio 9 a 2. Nell’ultima partita disputata la formazione del play-manager Francesco Dolce è stata sconfitta a Breganze giocando un’ottima gara.(nella foto di Elisa Ercego il bomber Sergio Festa, Xavi Rubio e Francesco De Rinaldis durante la partita di Breganze).


“Quando abbiamo costruito la squadra quest’estate ero cosciente del valore dei giocatori, personalmente non ho mai messo in dubbio che i nostri ragazzi non potessero raggiungere la salvezza – dichiara il Presidente Maurizio Corona sabato incontreremo una squadra di Campioni ma in pista nessuna sudditanza reverenziale. I nostri tifosi stiano sicuri che quando incontreremo le prime della classe che verranno a farci visita al Vecchio Mercato non vedranno la loro  squadra  fare la parte dell’agnello sacrificale. Noi giocheremo le nostre partite a viso aperto come  abbiamo fatto  contro tutte le squadre affrontate sino ad ora. In settimana ho parlato chiaro ai ragazzi continua il Presidente alla vigilia della sfida contro la formazione veneta – non voglio nessun rilassamento e nessuno si deve sentire appagato, il nostro obiettivo ora diventa la conquista dei play-off, quindici punti di qua alla fine del campionato sono ampliamente alla nostra portata, mancano ancora dieci giornate. Sabato sappiamo che è una gara difficilissima, il Valdagno è una squadra creata per stare nelle parti nobili della classifica : Tataranni, Montivero e Emiliano Romero, solo per citare le bocche da fuoco della formazione di Franco Vanzo non hanno bisogno di presentazioni ma noi dobbiamo  avere certamente rispetto di tutti ma  paura di nessuno. Martedì a Breganze, nonostante la sconfitta,  ho avuto una grande risposta dai miei ragazzi, ora posso dire con forza che siamo una grande squadra, i nostri ragazzi sono un  grande gruppo di giocatori disposti a gettare il cuore oltre l’ostacolo e anche contro il Valdagno saranno pronti a tutto pur di non lasciare neppure un centimetro di pista ai quotati avversari”  Un’altra “partita impossibile” per il Carispezia Hockey Sarzana, ancora di scena contro una formazione veneta, dopo Bassano, Thiene, Breganze i rossoneri ospitano al Polivalente il Valdagno, un’altra formazione importante che ha obiettivi di alta classifica. Solo una prestazione “perfetta” unita a qualche disattenzione della formazione ospite potrebbe regalare punti alla formazione di Francesco Dolce che arriva alla gara contro il Valdagno reduce dalla sconfitta subita in Veneto contro la corrazzata Breganze con il punteggio di 5 a 3, partita in cui, però, i sarzanesi hanno alzato bandiera bianca solo davanti ad un fantastico Ambrosio, che è stato il dominatore della partita. Bisogna altresì ricordare che i rossoneri di Dolce hanno fatto una grande partita con il primo tempo chiuso sul punteggio di 1 a 1 giocando meglio dei quotati avversari. La rabbia del Valdagno per una vittoria sfuggita nel derby  contro il Trissino ad una manciata di secondi dalla fine rappresenta l’ostacolo più difficile da sormontare. Secondo pareggio consecutivo in campionato dopo quello col CGC Viareggio, per la squadra di Vanzo, che dimostra di essere comunque in salute e determinata a giocarsi fino in fondo tutte le sue carte in chiave di alta classifica. E’ la sfida tra i bomber materani Massimo Tataranni del Valdagno primo della classifica marcatori con 32 reti e l’attaccante rossonero Sergio Festa che lo segue con 30 reti segnate. I precedenti tra Carispezia Hockey Sarzana e Admiral Valdagno sono 19 e riguardano solamente le nove stagioni in serie A1 con sedici gare nella regular season e due nei play off: tredici vittorie dei veneti, quattro  della formazione sarzanese e due pareggi. Per la gara di sabato prossimo Carispezia Hockey Sarzana si presenta al Vecchio Mercato al gran completo, unica novità le rotazioni, per motivi tecnici, dei due under 20 con la convocazione di Ungari e Tavoni al posto di Rispogliati e Zeriali. La formazione rossonera è ancora imbattuta tra le mura amiche in Campionato nelle ultime due gare al Vecchio Mercato ha dimostrato tutta la sua forza battendo prima lo Scandiano e poi il Bassano con un perentorio 9 a 2. I ragazzi di mister Francesco Dolce, forti dei loro 21 punti in classifica, iniziano ufficialmente la “caccia ai play off2, cercando di conquistare i quindici punti che li porterebbero a quota 36 e quasi sicuramente nella griglia della post-season scudetto. Diamo un’occhiata agli avversari di mister  Franco Vanzo che a Valdagno ha scritto un pezzo di storia hockeistica indelebile. Ecco la rosa dettagliata della formazione veneta partendo proprio dalle conferme, il simbolo di questa formazione è certamente il capitano Massimo Cunegatti, classe 1971, ancora oggi ,nonostante la sua veneranda età, è considerato da tutti ancora uno dei  migliori portieri italiani e uno dei primi portieri al mondo. E’ stato portiere Nazionale Italiana  dal 1990 al 2004, vincendo un Europeo a Lodi nel 1990 ed un Mondiale a Wuppertal nel 1997. Nei club dove ha militato ha vinto 11 Campionati Italiani, 10 Coppe Italia, 3 Coppe Cers oltre a numerosissime trofei di minore importanza. Nel finale di carriera un ritorno nel club dove è cresciuto,  da  dove è partito nel 1991 alla volta di Novara.  Con lui sono stati confermati Stefano Campagnolo, classe 1989,  difensore, 7 reti per lui messe a segno nella scorsa stagione, lo Spagnolo Juan Fariza classe 1985, difensore alla terza stagione con la maglia biancoceleste,“el barbudo de Galicia”, così soprannominato in Veneto, ha messo a segno la scorsa stagione la bellezza di 26 gol, che per un difensore, non sono per niente male e si sta confermando anche in questa stagione in cui è già andato in gol in 11 occasioni. Altra conferma è quella di Marc Pallares, classe 1981, catalano ma ormai veneto  e cittadinoiItaliano a tutti gli effetti, giocatore eclettico con un ottimo fiuto del gol, nell’ ultima stagione è andato a segno in 15 occasioni, 4 le reti messe a segno fino ad ora  in quella in corso. Martin Montivero, classe 1985,  argentino di San Juan, arrivato la scorsa stagione nella valle dell’ Agno dopo le ultime stagioni giocate all’ Oliverence in Portogallo, per lui in Italia anche le maglie di Forte dei Marmi, Bassano e CGC Viareggio, la scorsa stagione è stato il capocannoniere del Valdagno con 30 reti, 12 reti segnate in questo campionato sino ad ora.  Infine i volti nuovi di quest’anno che sono l’asse portante della formazione di Franco Vanzo a partire da Massimo Tataranni, classe 1978, il bomber per eccellenza, protagonista nel penultimo scudetto Valdagnese del 2012 quando andò a segno per ben 33 volte,  vincitore di due stecche d’oro, 30 le reti messe a segno nella passata stagione con la maglia del Bassano, già 32 segnate in questa che lo piazzano in testa alla classifica cannonieri del campionato di serie A1. Sempre da Bassano è arrivato Samuel Amato, classe 1984, difensore, nazionale italiano, protagonista negli ultimi mondiali di Nanchino, tiro al fulmicotone, 9 reti segnate nell’ ultima stagione con la maglia del Bassano, 2 con la maglia del Valdagno sino ad ora. Ed infine l’argentino Emiliano Romero, classe 1989, attaccante di razza, 50 reti segnate la scorsa stagione con la maglia del Giovinazzo e secondo posto nella classifica marcatori; con la maglia del Valdagno è andato a segno in 14 occasioni. Ultimo volto nuovo Nicola Comin, classe 1980, portiere, è il vice Cunegatti ma che sta trovando tantissimo spazio, è un valdagnese verace, per lui un ritorno a casa dopo un lungo girovagare e dopo che nell’ultima stagione ha vinto il campionato di serie A2 difendendo la porta del Thiene. Il match si giocherà Sabato 20 gennaio alle 20.45 presso il Centro Polivalente di Sarzana. Arbitri il Sign. Ferraro (VI) il Sig. Stallone (BA) ausiliario Sig. Righetti (SP).

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.