Hockey Sarzana | CARISPEZIA A LODI CERCA L’ IMPRESA.
18229
post-template-default,single,single-post,postid-18229,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

CARISPEZIA A LODI CERCA L’ IMPRESA.

CARISPEZIA A LODI CERCA L’ IMPRESA.

La formazione lombarda, Campione d’Italia in carica, guidata da Nuno Resende, è di fatto la Nazionale Italiana ed è ancora una delle grandi favorite della stagione. Il Carispezia di Francesco Dolce è una squadra imprevedibile, capace di tirare fuori la partita anche con avversari superiori.  “I favori del pronostico dicono decisamente Lodi – dice il presidente Corona – siamo due squadre costruite con obiettivi diametralmente opposti: loro hanno come obiettivo la riconquista dello scudetto e noi conquistare la nona salvezza consecutiva. Di una cosa sono comunque certo – conclude il Presidente – che onoreremo la sfida e venderemo cara la pelle. (nella foto Francesco De Rinaldis insieme a Sergio Festa il grande ex della sfida del PalaCastellotti).


“Mission Impossible” per il Carispezia Hockey Sarzana,  di scena in riva all’ Adda dove sfida i Campioni d’Italia dell’ Amatori Wasken Lodi, formazione che è di fatto la Nazionale Italiana costruita con l’obiettivo di bissare il titolo di Campione d’Italia, vinto nella passata stagione, e conquistare la Final Four di Eurolega. Solo una prestazione superba, condita da qualche disattenzione della formazione lodigiana potrebbe regalare punti alla formazione di mister Francesco Dolce che arriva a Lodi reduce dalla vittoria casalinga contro il Giovinazzo, un successo importantissimo per la classifica, dove si è visto però un Carispezia a corrente alternata, che ha dato l’idea di giocare parte di gara con il freno a mano tirato. “Non voglio andare a Lodi a fare la parte dell’ agnello sacrificale, è l’unica cosa che chiederò ai mie ragazzi – dichiara il Presidente Corona – “Se credi in te stesso tutto può succedere ed è con questo spirito che ci dobbiamo presentare al PalaCastellotti sabato sera. I miei ragazzi sono una squadra imprevedibile, capace di tirare fuori la partita anche con avversari superiori, quindi perché non sperare? Certo la squadra di Nuno Resende mi piace tantissimo, sono di fatto la Nazionale Italiana, giocano ad un ritmo impressionante. E’ certamente una partita che a pensarci mette veramente tanta paura – conclude il presidente Corona – ma comunque sono certo che onoreremo la sfida e venderemo cara la pelle”. La dirigenza giallorossa anche in questa stagione ha consegnato al tecnico portoghese Nuno Resende un’ottima squadra, cinque decimi della Nazionale Italiana. La rosa della squadra campione d’Italia è stata rafforzata con gli ingaggi Andrea Malagoli dal Correggio, di Francesco Compagno dal Monza. In una piazza così importante sono arrivati poi i portoghesi Luis Querido (ex Barcelos) e Gonçalo Pinto (ex Benfica) che sono andati ad affiancare i riconfermati Alessandro Verona, Giulio Cocco, Adria Català, Mattia Verona, Domenico Illuzzi e il giovane Mattia Gori. Le cessioni riguardano due importanti giocatori che hanno contribuito ad una stagione, quella passata, indimenticabile e cioè Franco Platero e Federico Ambrosio passati al Breganze. Poi Giacomo Maremmani al Forte dei Marmi. Ecco la rosa dettagliata della formazione lombarda guidata dal lusitano Nuno Resende. Iniziamo dalla colonia azzurra di stanza in Lombardia: il nazionale per eccellenza della formazione lombarda è certamente, Domenico Illuzzi classe 1989, Campione d’Europa con la nazionale senior ad Alcobendas, da molti indicato come il miglior giocatore italiano, elemento a tutta pista in grado di garantire la regia e l’equilibrio alla squadra, 30 reti per lui nella scorsa stagione. A seguire la coppia d’attacco azzurgiallorossa Andrea Malagoli e Alessandro Verona. Andrea Malagoli classe 1991, per lui un ritorno dopo tre stagioni con la maglia lodigiana con una Coppa Italia conquistata e una finale scudetto persa in gara 5 contro il Forte dei Marmi poi  la parentesi della scorsa stagione  giocata con la maglia del Correggio. Una stagione per lui da protagonista quarto nella classifica marcatori con 43 reti segnate e la partecipazione con la nazionale azzurra ai mondiali di Nanchino ; il suo gemello del gol Alessandro Verona classe 1995, terza stagione per lui con la maglia giallorossa  è sicuramente uno dei giocatori  più amati della esigente tifoseria lodigiana, ribattezzato “el tigre”, 99 reti segnate nelle gare ufficiali  con la maglia lodigiana, è alla ricerca del gol numero 100, nella passata stagione è andato in rete in 23 occasioni. Altro nazionale in maglia giallorossa è il riconfermatissimo Giulio Cocco, classe 1996, arrivato la scorsa stagione dal Breganze ma prodotto del vivaio valdagnese. Cocco è uno dei talenti più puri dell’ hockey italiano, la scorsa stagione nel suo primo anno con  la maglia giallorossa è andato in rete in 24 occasioni. Ultimo azzurro del team giallorosso è nuovo acquisto Francesco Compagno, classe 1999, proveniente dal Monza, ma prodotto della cantera del Breganze, è l’enfant-prodige dell’ hockey italiano,  a Monza ha alternato prestazioni sublimi ad altre meno incisive, Campione Europeo Under 17 con la nazionale azzurra, presenze in tutte le nazionali giovanili, a Nanchino la scorsa estate ha disputato sia il mondiale under 20 che il mondiale senior, la scorsa stagione con la maglia del Monza ha messo a segno 23 reti. Gli stranieri della formazione del presidente Roberto Citterio sono tre, una conferma: il portiere catalano Adrian Català, classe 1994 giocatore con molte presenze nelle nazionali giovanile iberiche, compresa l’ultima Coppa Latina disputata a Follonica, è alla quarta stagione a difesa della porta lodigiana, arriva da due stagioni straordinarie, grandissimo protagonista della vittoria del tricolore, eroe di gara cinque vinta a Forte dei Marmi ai tiri di rigore. I due nuovi sono  Luis Querido (Portoghese) classe 1990, ex capitano del Barçelos, club con cui ha conquistato le ultime due edizioni della Coppa CERS, e ha giocato contro il Sarzana la semifinale nella final four di Viareggio è un  difensore possente, dotato di un tiro dalla lunga distanza di notevole efficacia, Querido non può essere indicato come il sostituto naturale di Platero, anche se ne occupa lo stesso ruolo. I due sono infatti differenti nelle caratteristiche tecniche e nel modo di giocare. Querido è stato voluto fortemente da Resende.  l’altro nuovo straniero della formazione lombarda è Gonçalo Pinto (Portoghese), classe 1997, proveniente dal Benfica, di lui si parla un gran bene. È campione d’Europa in carica con la nazionale lusitana under 20. Il Vice di Adria Català è Mattia Verona portiere classe 1997, per lui tantissime presenze con le nazionali giovanili è stato titolare nell’ultima Coppa delle Nazioni a Montreaux con la nazionale senior e titolare nell’ultima Coppa Latina Under 23 a Follonica. Chiude la rosa dei Campioni d’Italia il “baby” del vivaio: Mattia Gori classe 1997. I precedenti tra Amatori Lodi e Carispezia Hockey Sarzana sono sedici e riguardano le otto stagioni in serie A1 con tredici vittorie a favore dei lombardi, due pareggi e una vittoria per il Sarzana che fu anche la prima della sua storia nella massima serie. Per la gara di sabato Carispezia Hockey Sarzana si presenta al gran completo, solo dopo la partita di Venerdì sera dell’ under 20 mister Dolce deciderà chi saranno i due giovani aggregati alla prima squadra. Domani sarà una serata speciale per Francesco De Rinaldis e Sergio Festa due  ex giallorossi che a Lodi hanno vinto una Coppa Italia entrando, non solo per questo, nel cuore dei tifosi. Uno dal portamento elegante e dai lampi di classe pura con 138 gol in tre anni in giallorosso. L’altro grinta e attaccamento alla maglia è stato tra i protagonisti della recente rinascita giallorossa. Francesco De Rinaldis dice parlando della gara “non è certo la serata in cui dobbiamo cercare punti per il nostro obiettivo. Avremo di fronte un Amatori fortissimo e in un  ottimo momento di forma: veniamo a Lodi con il massimo rispetto, puntando a restare in partita più a lungo possibile   Il match si giocherà Sabato 18 Novembre alle 20.45 al PalaCastellotti di Lodi Arbitri il Sig. Carmazzi (LU) il Sig. Canonico (VI), ausiliario Sig. Rondina (LO).

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.