Hockey Sarzana | CARISPEZIA CERCA IL MIRACOLO A BASSANO.
17856
post-template-default,single,single-post,postid-17856,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

CARISPEZIA CERCA IL MIRACOLO A BASSANO.

CARISPEZIA CERCA IL MIRACOLO A BASSANO.

Il Bassano è un ottima squadra, non facciamoci ingannare dalla classifica  è una squadra da piani alti del nostro Campionato. Infatti la dirigenza giallorossa ha consegnato in estate a mister Pino Marzella un’ottima squadra, una squadra sulla carta accreditata a inserirsi nella lotta al vertice. I rossoneri di Francesco Dolce dovranno disputare una partita perfetta, un’altra prestazione sopra le righe come la squadra ci ha regalato in questa stagione “Andiamo a Bassano per giocarci le nostre carte, pur sapendo che non sono certamente queste le partite alla nostra portata, servirebbe un miracolo come nella partita d’andata ma siamo  consapevoli anche se la loro classifica è deficitaria di trovarci di fronte una delle formazioni più forti di questo campionato – dichiara il presidente Maurizio Corona. (nella foto di Gabriele Baldi Sergio Festa ex Bassano autore di una doppietta contro Il Forte dei Marmi).


“Dopo Forte dei Marmi ora Bassano al Pala Sind, un’altra gara proibitiva sulla carta. Ma tornando alla gara contro il Forte la rabbia è certamente tanta dichiara il presidente Maurizio Corona –  se pensiamo che alla fine del primo tempo eravamo in vantaggio, e che nel secondo tempo prima del loro pareggio abbiamo colpito una traversa che poteva portarci sul doppio vantaggio, comunque è inutile piangere sul latte versato bisogna guardare avanti.  Ne abbiamo parlato con il mister servirebbe trovare tre punti in queste “mission impossibile” prima delle tre gare finali della stagione, che giocheremo due al Vecchio Mercato e una in trasferta a Sandrigo, sarebbero importanti per arrivare agli scontri diretti con meno pressioni e magari guardare anche ai play off. Abbiamo giocato un girone d’andata sopra le media dei punti prefissati, anche se parte dei punti sono arrivati dove non ce lo aspettavamo e invece ne abbiamo persi dove erano preventivati – continua Corona – è un campionato molto difficile basti pensare che il Giovinazzo che chiude la classifica ha un quintetto con Sanchez, Dagostino, De Palma, Antezza e Romero e il Cremona che lo sopravanza di un punto schiera Losi, Sergio Silva, Lopez, Civa o Jara e Cacau. Noi abbiamo tenuto testa ai Campioni d’Italia del Forte dei Marmi per tre quarti di gara. Io il bicchiere lo vedo mezzo pieno, chi lo vuol vedere mezzo vuoto lo veda pure in quel modo. Ripeto abbiamo 19 punti in classifica, l’ultimo week end del mese andiamo a giocare la final eight di Coppa Italia a Follonica e l’11 Marzo giochiamo per il sogno chiamato final-four di Coppa CERS. Il mister sta lavorando benissimo, sta cercando di trovare le soluzioni migliori ed è sempre l’ultimo a mollare, io sono stanco di ripetermi nel proclamare che  questa squadra  è stata costruita unicamente per cercare di conquistare  la salvezza.  Siamo consapevoli che domani a Bassano incontriamo un’ottima squadra con individualità importanti, un bomber come Massimo Tataranni, il giovane talento dell’ hockey spagnolo Marc Julia il talento portoghese Diogo Neves, e guidati da un mostro sacro come Pino Marzella. Dovremmo giocare tutti una grande partita  per provare a portare a casa un risultato positivo.  Noi – conclude il presidente rossonero – affronteremo il Bassano  a viso aperto senza riverenza e inchini come è stato in tutta la nostra stagione e comunque vada sarà un successo.” Sulla carta una “Mission Impossible” per il Carispezia Hockey Sarzana, che viaggia verso il Veneto, dove sfida il Bassano, una formazione costruita con grandissime ambizioni. Serve un’altra prestazione sopra le righe come la squadra ci ha regalato in questa stagione, condita magari da qualche “amnesia” della formazione giallorossa per  fare incamerare punti alla formazione di Francesco Dolce; la squadra vista contro il Forte dei Marmi  aldilà di alcuni clamorosi svarioni difensivi, è piaciuta sia al tecnico, che al pubblico presente al Pala Terzi che ha apprezzato il gioco dei rossoneri, una squadra rimasta in partita sino a dieci minuti dal suono della sirena finale. Una squadra che ha saputo a tratti imporre il proprio gioco a una formazione di fuoriclasse come i Campioni d’Italia versiliesi. Contro il Bassano i rossoneri trovano una squadra di grande valore che sta disputando una stagione con risultati altalenanti, complice anche l’infortunio di una pedina fondamentale dello scacchiere di Marzella come Michele Panizza, infatti dopo il rientro dell’esperto difensore bassanese, la formazione giallorossa ha trovato continuità di rendimento: vittorie con Monza, Follonica e Sandrigo, due sconfitte con Forte dei Marmi e Lodi e pareggi contro Valdagno e Trissino mentre in Europa la formazione di Pino Marzella ha fatto sudare letteralmente le sette camicie  in Eurolega ai i mostri sacri del Barcellona che si sono imposti al Pala Sind di Bassano con il risultato di 3 a 2. La squadra affidata a Pino Marzella riconfermato anche per la prossima stagione,  può ora riprendere la rincorsa per provare a centrare gli obiettivi stagionali della società che sono molto ambiziosi, infatti la dirigenza giallorossa ha costruito in estate un’ottima squadra, una squadra sulla carta accreditata a inserirsi nella lotta al vertice, sono stati ceduti Emanuel Garcia all’ Igualada in Spagna, Dario Gimenez al Lleida in Spagna e Andrea Bolcato anche lui in Spagna al Tordera oltre a Giovanni Zen e Bruno Sgaria approdati al Breganze e Diego Nicoletti ritornato Valdagno. Ma se le partenze sono state di peso anche i nuovi acquisti sono stati dei veri botti di mercato, partendo da Marc Julia classe 1994 giocatore polivalente con un ottimo tiro dalla distanza. Ex Barcellona con cui vince in rapida sequenza una Liga, una Copa del Rey e due Supercoppe spagnole. Viene mandato a pochi chilometri da casa a farsi le ossa, difendendo i colori del Manlleu. Ora per lui Bassano, per la prima volta lontano da casa. Nonostante la giovane età e’considerato un giocatore assolutamente affidabile e con una freddezza tale da risolvere molti problemi di gioco. Ad ora lo Spagnolo è il capocannoniere della formazione di Pino Marzella con 20 reti. Altro acquisto importante Diogo Neves classe 1994 giocatore del Benfica. Con la formazione lusitana vince il campionato portoghese juniores e partecipa la campionato mondiale in Colombia nel 2013 dove viene premiato come miglior giocatore assoluto dell’intero torneo. Debutta con la prima squadra del Benfica, con cui disputa l’Eurolega, vincendola e si aggiudica pure la Coppa Intercontinentale sconfiggendo i brasiliani del Recife. Il Benfica lo manda a maturare girandolo in prestito al Paco de D’Arcos, sempre in prima divisione. Lo scorso campionato Neves lascia il Portogallo e si accasa a Macanet de la Selva, a pochi chilometri da Barcellona. Il buon campionato disputato con i biancorossi dello Shum Macanet gli vale la nuova convocazione con l’under 23 portoghese, con cui disputa e vince la Coppa Latina 2016 che si e’disputata a Follonica,14 reti messe a segno con la maglia giallorossa. Ultimo acquisto della formazione giallorossa e’ in realtà un ritorno, graditissimo da parte dei sostenitori bassanesi. Stiamo parlando di Michele Panizza, classe 1976 storico capitano del primo scudetto conquistato dal Bassano in quella memorabile annata in cui si aggiudicò anche la Coppa Italia. Dopo quel periodo, a causa di vari motivi, Panizza ha intrapreso altre strade, vestendo le maglie di Breganze, Roller Bassano, Valdagno (sia in A1 che A2) e Monza. Della squadra dell’ ultima stagione sono stati confermati Massimo Tataranni classe 1979 il bomber per eccellenza che ha vinto due stecche d’oro due e tre stagioni orsono,16 reti messe a segno in questa stagione. Poi Samuel Amato, nazionale italiano difensore arrivato dal Prato la scorsa stagione e Mauro Dal Monte classe 1991 che sarà alla difesa della porta, con loro un nugolo di ragazzini provenienti dalla “cantera” Bassanese: Alessandro Toniolo classe 1998, Mattia Tottene classe 1998, Mattia Baggio classe 1999, Mattia Milani classe 1998 e il secondo portiere Davide Merlo classe 1997. I precedenti tra Hockey Bassano e Carispezia Hockey Sarzana sono quindici e riguardano le otto stagioni in serie A1 con undici vittorie a favore dei veneti due pareggi e due vittoria per il Sarzana. In trasferta un solo risultato positivo con la vittoria conquistata il primo anno di serie A1. Mister Marzella ha a disposizione tutti i giocatori, anche se Michele Panizza non e’ al top della forma a causa di una fortissima influenza che non gli ha comunque impedito di giocare, e bene, nella trasferta di Trissino sabato scorso mentre i rossoneri si presentano con la solita formazione, con l’assenza oramai cronica di Andrea Perroni sostituito da Massimo Zeriali. Il match si giocherà sabato 12 Novembre alle 20.45 presso il Centro Polivalente a Sarzana. Arbitri il Sig. Fronte (NO), il Sig. Uggeri (LO), ausiliario Sig. Chiminazzo (VI).

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.