Hockey Sarzana | CARISPEZIA CERCA IL MIRACOLO CONTRO IL BASSANO
17616
post-template-default,single,single-post,postid-17616,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

CARISPEZIA CERCA IL MIRACOLO CONTRO IL BASSANO

CARISPEZIA CERCA IL MIRACOLO CONTRO IL BASSANO

“Ora però basta piangersi addosso– dice il Presidente Maurizio Corona, che poi continua – mi è stato chiesto come era il mio stato d’animo a fine partita di Monza ho risposto che non so cosa avrei fatto piuttosto che perdere in quella maniera.  Però ora guardiamo avanti, basso profilo e al pezzo che abbiamo una salvezza da conquistare. Sabato e martedì giochiamo al Vecchio Mercato e dobbiamo essere tutt’uno pubblico e squadra. Abbiamo bisogno della città e abbiamo bisogno della bolgia che solo il Vecchio Mercato può creare” Il Bassano è un ottima squadra, è una squadra da piani alti del nostro Campionato. Infatti la dirigenza giallorossa ha consegnato in estate a mister Pino Marzella un’ottima squadra, una squadra sulla carta accreditata a inserirsi nella lotta al vertice i rossoneri di Francesco Dolce dovranno disputare una partita perfetta, un’altra prestazione sopra le righe come la squadra ci ha regalato in questo inizio stagione (nella foto Edoardo Di Donato)


“Ora però basta piangersi addosso – dice il Presidente Maurizio Corona, riferendosi alla partita persa a Monza che poi continua – mi è stato chiesto come era il mio stato d’animo a fine partita di Monza ho risposto che non so cosa avrei fatto piuttosto che perdere in quella maniera.  Però ora guardiamo avanti, basso profilo e al pezzo che abbiamo una salvezza da conquistare. Sabato e martedì giochiamo al Vecchio Mercato e dobbiamo essere tutt’uno pubblico e squadra. Abbiamo bisogno della città e abbiamo bisogno della bolgia che solo il Vecchio Mercato può creare.  Certo che uscire non sconfitti dalla sfida contro il Bassano darebbe un’altra piega importante al nostro campionato. – continua il presidente – ma sabato non sarà per niente facile – conclude Corona – incontriamo un’ottima squadra con individualità importanti, un bomber come Massimo Tataranni, il giovane talento dell’ hockey spagnolo Marc Julia il talento portoghese Diogo Neves, e guidati da un mostro sacro come Pino Marzella. Dovremmo giocare tutti una grande partita  per riuscire a portare a casa un risultato positivo”. Sulla carta una “Mission Impossible” per il Carispezia Hockey Sarzana, che ritorna di scena al Vecchio Mercato, dove sfida il Bassano, una formazione costruita con grandissime ambizioni. Serve un’altra prestazione sopra le righe come la squadra ci ha regalato in questo inizio stagione, condito magari da qualche “amnesia” della formazione ospite per  fare incamerare punti alla formazione di Francesco Dolce; la squadra vista a Monza aldilà delle clamorose sviste arbitrali, non è piaciuta al tecnico, che ha si apprezzato il gioco dei suoi ma che non è riuscito a capacitarsi dell’enorme spreco di occasioni da rete nel momento in cui i Sarzanesi si trovavano in vantaggio e ha perciò strigliato a dovere i suoi ragazzi durante  la consueta riunione tecnica settimanale. Una squadra che ha saputo a tratti imporre il proprio gioco a una formazione attrezzata come quella Monzese e poi trovato il vantaggio ha sprecato dodici palle goal di cui quattro clamorose. Contro il Bassano i rossoneri trovano una squadra di grande valore che ha iniziato la stagione con risultati altalenanti: due vittorie con Giovinazzo e Sandrigo in casa, due sconfitte con Follonica e Lodi in trasferta e un pareggio a Valdagno mentre in Europa la formazione di Pino Marzella ha subito una sconfitta pesante in Eurolega in Spagna contro i mostri sacri del Barcellona. La squadra affidata a Pino Marzella riconfermato per perseguire gli obiettivi stagionali della società che sono molto ambiziosi, infatti la dirigenza giallorossa ha costruito in estate un’ottima squadra, una squadra sulla carta accreditata a inserirsi nella lotta al vertice, sono stati ceduti Emanuel Garcia all’ Igualada in Spagna, Dario Gimenez al Lleida in Spagna e Andrea Bolcato anche lui in Spagna al Tordera oltre a Giovanni Zen e Bruno Sgaria approdati al Breganze e Diego Nicoletti ritornato Valdagno. Ma se le partenze sono state di peso anche i nuovi acquisti sono stati dei veri botti di mercato, partendo da Marc Julia classe 1994 giocatore polivalente con un ottimo tiro dalla distanza. Ex Barcellona con cui vince in rapida sequenza una Liga, una Copa del Rey e due Supercoppe spagnole. Viene mandato a pochi chilometri da casa a farsi le ossa, difendendo i colori del Manlleu. Ora per lui Bassano, per la prima volta lontano da casa. Nonostante la giovane età e’considerato un giocatore assolutamente affidabile e con una freddezza tale da risolvere molti problemi di gioco. Altro acquisto importante Diogo Neves classe 1994 giocatore del Benfica. Con la formazione lusitana vince il campionato portoghese juniores e partecipa la campionato mondiale in Colombia nel 2013 dove viene premiato come miglior giocatore assoluto dell’intero torneo. Debutta con la prima squadra del Benfica, con cui disputa l’Eurolega, vincendola e si aggiudica pure la Coppa Intercontinentale sconfiggendo i brasiliani del Recife. Il Benfica lo manda a maturare girandolo in prestito al Paco de D’Arcos, sempre in prima divisione. Lo scorso campionato Neves lascia il Portogallo e si accasa a Macanet de la Selva, a pochi chilometri da Barcellona. Il buon campionato disputato con i biancorossi dello Shum Macanet gli vale la nuova convocazione con l’under 23 portoghese, con cui disputa e vince la Coppa Latina 2016 che si e’disputata a Follonica. Ultimo acquisto della formazione giallorossa e’ in realtà un ritorno, graditissimo da parte dei sostenitori bassanesi. Stiamo parlando di Michele Panizza, classe 1976 storico capitano del primo scudetto conquistato dal Bassano in quella memorabile annata in cui si aggiudicò anche la Coppa Italia. Dopo quel periodo, a causa di vari motivi, Panizza ha intrapreso altre strade, vestendo le maglie di Breganze, Roller Bassano, Valdagno (sia in A1 che A2) e Monza. Della squadra dell’ ultima stagione sono stati confermati Massimo Tataranni classe 1979 il bomber per eccellenza che ha vinto due stecche d’oro due e tre stagioni orsono. Poi Samuel Amato, nazionale italiano difensore arrivato dal Prato la scorsa stagione e Mauro Dal Monte classe 1991 che sarà alla difesa della porta, con loro un nugolo di ragazzini provenienti dalla “cantera” Bassanese: Alessandro Toniolo classe 1998, Mattia Tottene classe 1998, Mattia Baggio classe 1999, Mattia Milani classe 1998 e il secondo portiere Davide Merlo classe 1997. I precedenti tra Hockey Bassano e Carispezia Hockey Sarzana sono quattordici e riguardano le sette stagioni in serie A1 con undici vittorie a favore dei veneti due pareggi e una vittoria per il Sarzana il primo anno di serie A1. La formazione Bassanese sarà orfana di Michele Panizza colpito da un infortunio muscolare mentre i rossoneri si presentano al gran completo. Il match si giocherà sabato 12 Novembre alle 20.45 presso il Centro Polivalente a Sarzana. Arbitri il Sig. Galloppi (GR), il Sig. Stallone (BA), ausiliario Sig. Capparelli (LU).

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.